ETIHAD AIRWAYS: ORA CANI E GATTI POSSONO VIAGGIARE IN CABINA

Ottima notizia per gli amanti degli animali: dal 30 settembre 2021 Etihad Airways, la compagnia di bandiera degli Emirati Arabi Uniti, consente ai suoi passeggeri di portare cani e gatti di servizio addestrati in cabina.

Etihad Airways, con sede ad Abu Dhabi, ha finalmente ammesso animali di servizio addestrati – cani e gatti che svolgono una funzione o assistono nell’esecuzione di una funzione vitale per un individuo con una disabilità – a bordo dei suoi voli.

Per poter viaggiare, gli animali devono avere almeno 16 settimane di età e pesare non più di 8 kg, compreso il peso del trasportino.

Inoltre, il passeggero deve avere almeno 18 anni, altrimenti non sarà possibile portarli a bordo. Se i passeggeri viaggiano in Economy, devono pagare un supplemento di $ 150 per voli di sei ore o meno e di $ 250 per voli superiori a sei ore.

Se i passeggeri viaggiano in Business o First Class, invece, devono acquistare in anticipo un posto extra. Infine, se il passeggero è in transito, sarà previsto un costo combinato.

Se viaggiano con un animale di servizio addestrato, i passeggeri devono informare la compagnia aerea almeno 48 ore prima del volo e di inviare un modulo di prenotazione non più tardi di 72 ore prima.

Inoltre, per evitare ritardi in aeroporto, devono assicurarsi di avere tutti i permessi richiesti e la documentazione necessaria.

Secondo le informazioni pubblicate sul sito di Etihad Airways, l’animale deve essere collocato all’interno dello spazio del sedile del passeggero ed essere tenuto al guinzaglio per tutto il tempo durante il volo.

Ovviamente, se gli animali sono particolarmente agitati e commettono azioni di disturbo (come ringhiare, mordere, saltare o causare danni alla cabina) non sono accettati in cabina.

Purtroppo, al momento gli animali di servizio in addestramento, di supporto emotivo, di conforto e da compagnia non sono considerati animali di servizio, quindi non sono ammessi.

La compagnia area ammette anche i falchi a bordo dei suoi voli: i passeggeri possono viaggiare con un falco gratuitamente, se viene considerato “bagaglio a mano”, oppure pagando un supplemento di $ 500 (AED 1.835), se viene considerato “bagaglio da stiva”.

In Economy Class, i viaggiatori possono trasportare un falco per persona o due falchi per posto aggiuntivo; in First o Business Class, invece, i passeggeri possono trasportare due falchi per persona o tre falchi per posto aggiuntivo. Gli animali non sono accettati sui voli operati dalle compagnie aeree partner di Etihad Airways.

Prima di viaggiare con un animale in cabina, i passeggeri devono attenersi alle seguenti regole:

  • verificare tutte le norme di ingresso e uscita dei Paesi da e verso cui si sta volando;
  • verificare tutti gli esami o i trattamenti richiesti;
  • verificare, con il proprio veterinario, eventuali farmaci da somministrare al proprio animale domestico durante il viaggio;
  • verificare tutti i documenti ufficiali richiesti per il viaggio del proprio animale domestico;
  • registrare il proprio animale domestico per il trasporto in cabina non più tardi di 72 ore prima del volo e verificare la ricezione della conferma di accettazione da parte della compagnia;
  • verificare che il proprio animale domestico abbia familiarità con la borsa da viaggio o la cuccia;
  • procurarsi un guinzaglio e un’imbracatura (o un collare) adeguati;
  • procurarsi del cibo secco per il proprio animale domestico e trasportarlo in un contenitore sigillato nel proprio bagaglio a mano.

A differenza di Etihad Airways, le compagnie aeree Emirates e Flydubai non accettano gli animali domestici in cabina, indipendentemente dal fatto che siano accompagnati o meno dai proprietari.

Essi, infatti, devono continuare viaggiare nella stiva dell’aeromobile. Ciononostante, possiamo considerare l’azione di Etihad Airways un primo passo verso una maggiore inclusione degli animali domestici a bordo, per la felicità di molti dei suoi passeggeri.

Il nostro consiglio è comunque quello di rivolgervi in ogni caso ad professionista affiliato IPATA:  clicca qui per saperne di più, 

noi per esempio abbiamo scelto STEFANIA SIERRA, MANAGER DI DASA .

Condividi quest articolo: