MUSEUM OF THE FUTURE: IL GIOIELLO DI DUBAI

 

Il National Geographic ha inserito il Museum of the Future (Museo del Futuro) di Dubai tra i 14 musei più belli al mondo, sia per la sua straordinaria architettura, sia per le sofisticate innovazioni tecnologiche che contiene.

Un’infinità di meraviglie

Dubai è una sorpresa continua.

Ovunque ci giriamo, mentre passeggiamo sulla riva del mare o sfrecciamo tra le lussuose macchine sulla Sheikh Zayed Road (la strada più lunga degli Emirati Arabi Uniti), ci accorgiamo delle bellezze che ci offre: i palazzi altissimi dalle forme più bizzarre, il Burj Al Arab (l’hotel a sette stelle a forma di vela), il Burj Kalifa (la torre più alta al mondo), i canali che tagliano la città e l’enorme distesa di deserto sabbioso lasciano qualsiasi viaggiatore esterrefatto.

È un luogo dalle mille sfumature, in cui l’innovazione e il progresso si scontrano con la tradizione e la religione, disegnando così dei paesaggi unici e irripetibili.

Tra le sue attrazioni più famose troviamo il Museum of the Future (clicca qui per vedere il sito),  una meraviglia architettonica situata nel cuore pulsante di Dubai, progettata dall’ingegnere Sean Keila e inserita di recente tra i 14 musei più belli al mondo dal National Geographic.

Mohammad Al Gergawi, il vicepresidente del consiglio di fondazione, nonchè amministratore delegato della Dubai Future Foundation https://www.dubaifuture.ae/ , ha indicato come la selezione del Museum of the Future, una delle principali icone mondiali, ancora prima del suo completamento, mette in evidenza lo status di leader degli Emirati Arabi Uniti nell’innovazione, nel design e nell’architettura:

“Il museo rappresenta la porta d’ingresso degli Emirati Arabi Uniti e del mondo verso il futuro, con il suo design e le ultime tecnologie. L’icona dell’ingegneria posiziona Dubai come un banco di prova per le tecnologie emergenti e una base di esplorazione per talenti, inventori e professionisti creativi di tutto il mondo, per svelare le più grandi sfide che modelleranno il futuro dell’umanità. Una volta completato, il museo offrirà ai visitatori uno sguardo al futuro”, ha dichiarato.

 

Caratteristiche del Museum of Future

Il museo ricopre una superficie di 30.000 metri quadrati, mentre la sua struttura, a sette piani e senza pilastri, è alta 77 metri.

La facciata, che si estende per 17.000 metri quadrati, è composta da 1.024 lastre in acciaio inossidabile prodotte interamente da robot in un’impresa unica nel suo genere in Medio Oriente: ogni lastra della facciata è composta da quattro strati e ogni strato è stato creato dopo aver seguito 16 passaggi di processo.

La facciata è, inoltre, illuminata da 14.000 metri di calligrafia araba progettata dall’artista Mattar bin Lahej e contenete alcune delle più importanti citazioni di Mohammed bin Rashid Al Maktoum, lo sceicco a capo dell’Emirato di Dubai.

Il museo è alimentato da 4.000 mega-watt di energia solare generata da una stazione collegata direttamente all’edificio, in collaborazione con la Dubai Electricity and Water Authority (DEWA), un modello di sostenibilità nel design creativo.

Per questo motivo, una volta terminato sarà il primo in Medio Oriente a ottenere una Platinum Certification per la Leadership in Environmental Energy and Design, il punteggio più alto al mondo per gli edifici “verdi”.

Intorno al museo è presente un parco, contenente 80 specie di piante differenti, dotato di un sistema di irrigazione intelligente e all’avanguardia. Per giungere all’edificio possiamo passare da due ponti: il primo si estende dalle Jumeirah Emirates Towers ed è lungo 69 metri, mentre il secondo si estende dalla stazione della metropolitana delle Emirates Towers ed è lungo 212 metri.

 

Il Museum of Future è uno degli edifici più innovativi al mondo, tanto da aver vinto il Tikla International Building Award come modello architettonico esclusivo.

Non ci stupisce, infatti, che si trovi nella città più progressista degli ultimi decenni, che a breve ospiterà l’Esposizione Universale, Expo 2020 Dubai (1° ottobre 2021 – 31 marzo 2022). Leggi le 50 curiositá su Expo 2020.

 

Il museo verrà aperto al pubblico entro il 2021, mentre i dettagli relativi ai biglietti e agli orari verranno annunciati prossimamente.

Non appena sarà possibile, bisognerà andare a visitare questa grandiosa creazione umana e lasciarsi abbagliare da tanta magnificenza.

Condividi quest articolo: